AutoMoto Club Romagna
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

Etilometro, cerchiamo di saperne di più.

Andare in basso

Etilometro, cerchiamo di saperne di più. Empty Etilometro, cerchiamo di saperne di più.

Messaggio  Luca Ricci il Sab Gen 05, 2013 12:02 am


Alcune informazioni sugli etilometri che possono tornare sempre comode.

Spesso, quando si parla di dosi e limiti spunta fuori la frase “Gli uomini non sono tutti uguali, quindi regole precise non esistono”. Vi farà piacere sapere che anche gli etilometri non sono tutti uguali.

gli etilometri possono essere classificati per principio di rilevamento e questo può essere chimico o elettronico. Per quanto riguarda gli etilometri elettronici un’ulteriore classificazione si può avere tramite il tipo di sensore, sicuramente il componente più importante. Questi possono essere di quattro tipi, in ordine di precisione di rilevazione.
1. Sensori a combustione catalitica
2. Sensori a semiconduttore specifico
3. Sensori elettrochimici
4. Sensori a raggi infrarossi
La Polizia dovrebbe essere dotata solo del tipo a raggi infrarossi. Questo ha costi molto alti, di diverse migliaia di euro, mentre gli altri, in particolare quelli della prima fascia, si attestano attorno a qualche decina di euro.

Per quanto riguarda la taratura il discorso diventa molto più complesso: generalmente viene distinta
la prestazione offerta dall’etilometro sotto due aspetti:
1- aspetto puramente metrologico (ovvero la misurazione del dato).
2- aspetto legale (ovvero se e come quella misurazione ha valore legale)
Per l’aspetto metrologico, il valore della misura che ne deriva, necessita di soddisfare entro specifici limiti, due caratteristiche:
A- precisione;
B- ripetibilità.
Queste due caratteristiche determinano il valore dello strumento. L’aspetto metrologico che ne consegue e piuttosto complesso, in quanto se è già di per sé complesso definire una misura diretta ( come ad esempio la semplice misura per confronto che si effettua ad esempio con un metro) la cosa diventa ancora più complessa per le misure indirette come nel caso dell’etilometro.

Ma su quali principi funziona l’etilometro, in particolare quello elettronico?
si è partiti dal fatto che:
1- più alcool c’è nel sangue minore è la capacità di reagire agli stimoli da parte di un individuo (quindi l’elemento critico da misurare è la grandezza di concentrazione di alcool nel sangue);
2- esiste una relazione tra alcool disciolto in un liquido e alcool rilasciato in aria dal medesimo e siccome l’aria espirata contiene una certa percentuale di questo alcool allora si può indirettamente risalire al contenuto di alcool nel sangue.

Si tratta quindi di una misurazione indiretta e se vogliamo che questa misurazione sia legalmente riconosciuta si deve passare dal “mondo delle misure” al “mondo del riconoscimento legale delle misure”, dove in pratica le conoscenza scientifiche vengono formalizzate definendo, oltre al COME, il CHI definisce l’idoneità dello strumento e quindi la VERITA’ della misura che ne consegue.

Per fare questo lo strumento di misura deve subire procedure di convalida definite legalmente attraverso:
a- la verifica prima
b- la verifica periodica (solitamente con periodicità annuale)

Queste procedure comportano tempi lunghi, costi alti e sono di dominio di enti accreditati dal Ministero.
Sulle verifiche degli etilometri, in particolare di quelli in dotazione delle forze dell’Ordine, esiste un preciso decreto il quale afferma che: “ I dispositivi di regolazione degli etilometri, particolarmente quelli di taratura dello zero e di calibrazione, non devono essere accessibili agli utilizzatori e devono essere protetti mediante sigilli o sistemi equivalenti.”

Ringrazio sentitamente l’ingegner Marco Mambrini per avermi messo a disposizione moltissime informazioni sugli etilometri. Se non avessi avuto le sue dritte, avrei impiegato mesi per mettere assieme questo materiale.
Luca Ricci
Luca Ricci
Admin

Messaggi : 607
Data d'iscrizione : 18.12.12

https://acromagna.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Etilometro, cerchiamo di saperne di più. Empty Re: Etilometro, cerchiamo di saperne di più.

Messaggio  Luca Ricci il Sab Gen 05, 2013 12:03 am

tradotto (sicuramente male)dal manuale d'uso in lingua inglese dello strumento, ma si capisce bene come non sia prescritto effettuare misurazioni entro 10 minuti dall'assunzione di alimenti o liquidi, che alcuni alimenti o bevande non alcoliche interferiscono sulla misurazione e l'assunzione di farmaci e il bare acqua o liquidi non alcolici non riduce il tempo di attesa in caso di assuzione di alimenti entro 10 minuti dalla misurazione per effettuarla in modo regolare.

infine anche se secondo me è la più importante gli agenti che lo utilizzano devono essere persone formate ( istruite) all'utilizzo dello strumento e io sarei cursioso di sapere se e chi a partecipto a corsi di formazione all'utilizzo di questo o altri alccoltest!!!!!!!

eccovi una approssimativa traduzione dal manuale d'uso
***********************************************************



Condizioni per effettuare la misurazione

Le misurazioni della concentrazione di alcol nel respiro con
l' Alcotest 7.110 standard devono essere eseguite esclusivamente da
persone formate all'utilizzo dello strumento!
Garantire la conformità con le condizioni ambientali ammissibili
(Pagina 25).
tempo di controllo prima della misurazione
In pratica per la misurazione dell'alcol nel respiro si deve
considerare:
- Entro un periodo di almeno 10 minuti prima della
misura l'assorbimento delle sostanze attraverso la bocca
o il naso è sicuramente da escludere. l'effettiva presenza di residui
di alcool può dare false misurazioni. Ciò può anche
avvenire per bevande aromatiche (ad esempio succhi di frutta), alcolico
spray per bocca, medicinali e gocce, così come da
eruttazione e vomito.
Sciacquare la bocca con acqua o non liquidi non alcolichi
bevande non sostituiscono o accorciano l'intervallo!
Luca Ricci
Luca Ricci
Admin

Messaggi : 607
Data d'iscrizione : 18.12.12

https://acromagna.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Etilometro, cerchiamo di saperne di più. Empty Re: Etilometro, cerchiamo di saperne di più.

Messaggio  Luca Ricci il Sab Gen 05, 2013 12:03 am

Effettuare la misurazione
Condizioni
Le misurazioni della concentrazione di alcol respiro con
il Alcotest 7.110 standard devono essere eseguite esclusivamente da
persone formate con lo strumento!
Garantire la conformità con le condizioni ambientali ammissibili
(Pagina 25).
tempo di controllo prima della misurazione
In pratica per la misurazione dell'alcol respiro seguente deve
essere considerati:
- Entro un periodo di almeno 10 minuti prima della
misura l'assorbimento delle sostanze attraverso la bocca
o il naso è sicuramente da escludere. effettivo di residui
l'alcool può dare false misurazioni. Ciò può anche
avvenire per bevande aromatiche (ad esempio succhi di frutta), alcolico
spray bocca, medicinali e gocce, così come da
eruttazione e vomito.
Sciacquare la bocca con acqua o non alcoliche
bevande non sostituiscono un intervallo!
Luca Ricci
Luca Ricci
Admin

Messaggi : 607
Data d'iscrizione : 18.12.12

https://acromagna.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Etilometro, cerchiamo di saperne di più. Empty Re: Etilometro, cerchiamo di saperne di più.

Messaggio  Luca Ricci il Sab Gen 05, 2013 12:04 am

Asti Ovest ha scritto:


Adesso mi domando: il dott. Padula non lo sapeva? La data del post è di gennaio.
E se è andato avanti con la sua causa, come mai non ha pensato di dire qualcosa a Snoopy che gentilmente si era interessato e prestato a dare una mano?


premesso che il dotto. Padula è stato da me informato tempestivamente e indirettamente tramite il suo avvocato della questione draegher/isralele che tu riporti in link e delle relative prove della inaffidabilità dello strumento, quasi in tempo reale alla divulgazione della notizia.

di consegenza al fine di capirci un po di più ho aperto alcuni post proprio sull'argomento (come questo).

Reperito con molta difficoltà il manuale d'uso che è in sola lingua tedesca e inglese è stato da me tradotto tramite la nostra giornalista ACP che si sta laureando in lingue, dallo stesso manuale sono emersi una quantità di condizioni e di operatività scandalose della corretta risultanza della rilevazione dello strumento!, in questo post in reply precedenti ho già pubblicato alcuni stralci della traduzione ( leggete sopra)

ma completo anche con la possibilità di interferire esternamente in malafede senza modifiche strutturali dello stesso per esaltarne il risultato, con le conseguenze che voi avete già capito il possibile fine (esempio bastonare la persona mirata), bastano piccole semplici manovre per fare rilevare allo strumento valori anomali oltre la norma, che con le vigenti leggi non sono appellabili con altro strumento alcuno.

saluti
snoopy
Luca Ricci
Luca Ricci
Admin

Messaggi : 607
Data d'iscrizione : 18.12.12

https://acromagna.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Etilometro, cerchiamo di saperne di più. Empty Re: Etilometro, cerchiamo di saperne di più.

Messaggio  Luca Ricci il Sab Gen 05, 2013 12:04 am

Asti Ovest ha scritto:

Mi dispiace apprendere tutto questo solo ora, avrei preferito apprenderlo prima su questo forum e pertanto ciò mi mortifica.


carissimo asti ovest, qui la situazione è molto più complessa di quanto forse non sei riuscito ancora a intendere, abbiamo un magistrato che improvvisamente diventa alcolizzato e manesco contro la PM,
quando è scoppiato il caso eravamo ancora ferite calde e non era corretto sopratutto per la persona colpita rendere pubblica la cosa ( intendo le nostre informazioni al riguardo) quello che ho portouto fare l'ho messo come puoi trovare scritto sopra in questo post.

Sapendo e vedendo come si muovono certi personaggi,io condivido l'inaffidabilità di questi strumenti (ne sai bene tu come riporti spesso), la facile possibilità con semplici artifizi alterarne il risultato e collegando tutto chissà il perchè chiunque intende avere legalità contro questi veri e propri abusi illegittimi o truffe chiamale come vuoi viene sistematicamente prima o poi in qualche modo colpito!.

l'obbiettivo è semplice, stanno cercando di illegittimarci, sappiamo anche come e da dove partono queste strategie repressive.

in attesa di andare a ritirare il mio nuovo 18° avviso di garanzia,
carissimo asti ovest vuoi gradire i mei
cordiali
saluti
snoopy
Luca Ricci
Luca Ricci
Admin

Messaggi : 607
Data d'iscrizione : 18.12.12

https://acromagna.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Etilometro, cerchiamo di saperne di più. Empty Re: Etilometro, cerchiamo di saperne di più.

Messaggio  Luca Ricci il Sab Gen 05, 2013 12:05 am

Ho trovato l'inchiesta al completo dei documanti. Ecco uno stralcio:

In a report released August 28, 2007, Base One determined:

As a matter of public safety, the Alcotest should be suspended from use until the software has been reviewed against an acceptable set of software development standards, and recoded and tested if necessary. An incorrect breath test could lead to accidents and possible loss of life, because the device might not detect a person who is under the influence, and that person would be allowed to drive. The possibility also exists that a person not under the influence could be wrongly accused and/or convicted.

Draeger reviewed the code, as well, through its software house, SysTest Labs, which agreed with Base One, that the patchwork code that makes up the 7110 is not written well, nor is it written to any defined coding standard. SysTest said, "The Alcotest NJ3.11 source code appears to have evolved over numerous transitions and versioning, which is responsible for cyclomatic complexity."

The best thing SysTest said about the machine was, "The translation from German to English of the comments within the major components shows the logical intent of the programmers to produce reliable and valid test results. SysTest was unable to find any evidence of any intention to mis-direct or re-direct the test results or report anything other than valid results."

SysTest only looked for "mal-ware", not for functioning of the code.

Base One, however, did an extensive evaluation, finding 19,400 potential errors in the code.

Among its findings are:

1. The Alcotest Software Would Not Pass U.S. Industry Standards for Software Development and Testing: The program presented shows ample evidence of incomplete design, incomplete verification of design, and incomplete “white box” and “black box” testing. Therefore the software has to be considered unreliable and untested, and in several cases it does not meet stated requirements. The planning and documentation of the design is haphazard. Sections of the original code and modified code show evidence of using an experimental approach to coding, or use what is best described as the “trial and error” method. Several sections are marked as “temporary, for now”. Other sections were added to existing modules or inserted in a code stream, leading to a patchwork design and coding style.

The software development life-cycle concept is governed by one of the nationally and internationally recognized development standards to prevent defects from entering the software during the design process, and to find and eliminate more defects as the software is coded, tested, and released to the field. This concept of software development using standards requires extensive and meticulous supporting data, and notations in source files, and a configuration management system. None of this methodology is evident in the Alcotest code. Further, the decision method of how to allocate the architecture and assignment of tasks does not match any of the software standards. This further substantiates that software development standards were not used to verify or test the software, including the ISO 9000 family of standards.

It is clear that, as submitted, the Alcotest software would not pass development standards and testing for the U.S. Government or Military. It would fail software standards for the Federal Aviation Administration (FAA) and Federal Drug Administration (FDA), as well as commercial standards used in devices for public safety. This means the Alcotest would not be considered for military applications such as analyzing breath alcohol for fighter pilots. If the FAA imposed mandatory alcohol testing for all commercial pilots, the Alcotest would be rejected based upon the FAA safety and software standards.

2. Readings are Not Averaged Correctly: When the software takes a series of readings, it first averages the first two readings. Then, it averages the third reading with the average just computed. Then the fourth reading is averaged with the new average, and so on. There is no comment or note detailing a reason for this calculation, which would cause the first reading to have more weight than successive readings. Nonetheless, the comments say that the values should be averaged, and they are not.

3. Results Limited to Small, Discrete Values: The A/D converters measuring the IR readings and the fuel cell readings can produce values between 0 and 4095. However, the software divides the final average(s) by 256, meaning the final result can only have 16 values to represent the five-volt range (or less), or, represent the range of alcohol readings possible. This is a loss of precision in the data; of a possible twelve bits of information, only four bits are used. Further, because of an attribute in the IR calculations, the result value is further divided in half. This means that only 8 values are possible for the IR detection, and this is compared against the 16 values of the fuel cell.

4. Catastrophic Error Detection Is Disabled: An interrupt that detects that the microprocessor is trying to execute an illegal instruction is disabled, meaning that the Alcotest software could appear to run correctly while executing wild branches or invalid code for a period of time. Other interrupts ignored are the Computer Operating Property (a watchdog timer), and the Software Interrupt.

5. Implemented Design Lacks Positive Feedback: The software controls electrical lines, which switch devices on and off, such as an air pump, infrared source, etc. The design does not provide a monitoring sensory line (loop back) for the software to detect that the device state actually changed. This means that the software assumes the change in state is always correct, but it cannot verify the action.

6. Diagnostics Adjust/Substitute Data Readings: The diagnostic routines for the Analog to Digital (A/D) Converters will substitute arbitrary, favorable readings for the measured device if the measurement is out of range, either too high or too low. The values will be forced to a high or low limit, respectively. This error condition is suppressed unless it occurs frequently enough.

7. Flow Measurements Adjusted/Substituted: The software takes an airflow measurement at power-up, and presumes this value is the “zero line” or baseline measurement for subsequent calculations. No quality check or reasonableness test is done on this measurement. Subsequent calculations are compared against this baseline measurement, and the difference is the change in airflow. If the airflow is slower than the baseline, this would result in a negative flow measurement, so the software simply adjusts the negative reading to a positive value. If the measurement of a later baseline is taken, and the measurement is declared in error by the software, the software simply uses the last “good” baseline, and continues to read flow values from a declared erroneous measurement device.

8. Range Limits Are Substituted for Incorrect Average Measurements: In a manner similar to the diagnostics, voltage values are read and averaged into a value. If the resulting average is a value out of range, the averaged value is changed to the low or high limit value. If the value is out of range after averaging, this should indicate a serious problem, such as a failed A/D converter.

9. Code Does Not Detect Data Variations

10. Error Detection Logic: The software design detects measurement errors, but ignores these errors unless they occur a consecutive total number of times. For example, in the airflow measuring logic, if a flow measurement is above the prescribed maximum value, it is called an error, but this error must occur 32 consecutive times for the error to be handled and displayed. This means that the error could occur 31 times, then appear within range once, then appear 31 times, etc., and never be reported. The software uses different criteria values (e.g. 10 instead of 32) for the measurements of the various Alcotest components, but the error detection logic is the same as described.

11. Timing Problems: The design of the code is to run in timed units of 8.192 milliseconds, by means of an interrupt signal to a handler, which then signals the main program control that it can continue to the next segment. The interrupt goes off every 8.192 ms, not 8.192 ms from my latest request for a time delay. The more often the code calls a single 8.192 ms interrupt, the more inaccurate the software timing can be, because the requests from the mainline software instructions are out of phase with the continuously operating timer interrupt routine.

12. Defects In Three Out Of Five Lines Of Code: A universal tool in the open-source community, called Lint, was used to analyze the source code written in C. This program uncovers a range of problems from minor to serious problems that can halt or cripple the program operation. This Lint program has been used for many years. It uncovered that there are 3 error lines for every 5 lines of source code in C.

While Draeger's counsel claims that the "The Alcotest [7110] is the single best microprocessor-driven evidential breath tester on the market", Draeger has already replaced the antiquated 7110 with a newer Windows® based version, the 9510. The computer code in the 7110 is written on an Atari®-styled chip, utilizing fifteen to twenty year old technology in 1970s coding style.

There is no doubt that the Supreme Court should declare this machine to be unreliable. If this happens, based on an agreement entered into over 4 years ago between the State and Draeger, the taxpayers of New Jersey can recover the almost $7 million spent on these machines.

Evan Levow in the News

Release of Alcotest
Raw Data Ordered

State v. Chun

Chun Petition filed to the
Unites States Supreme Court

Levow & Associates
1415 Route 70 East, Suite 200
Cherry Hill, NJ 080304

Toll Free: 866-394-6526
Cell: 856-889-5181
Fax: 856-429-7726
E-mail: evanlevow@dwi-nj.comQuesto indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.



Request a Free Consultation with a New Jersey DWI Attorney Full Name (*)

Phone Number (*)

State Arrested In (*)
Alabama Alaska Arizona Arkansas California Colorado Connecticut Delaware Florida Georgia Hawaii Idaho Illinois Indiana Iowa Kansas Kentucky Louisiana Maine Maryland Massachusetts Michigan Minnesota Mississippi Missouri Montana Nebraska Nevada New Hampshire New Jersey New Mexico New York North Carolina North Dakota Ohio Oklahoma Oregon Pennsylvania Rhode Island South Carolina South Dakota Tennessee Texas Utah Vermont Virginia Washington Washington D.C. West Virginia Wisconsin Wyoming

County Arrested In (*)

Date of Arrest
What were you charged with?
Why were you stopped?
How did you find DWI.com?
e-mail (*)

Enter the word below (*)





--------------------------------------------------------------------------------

DWI Lawyer Directory, DWI Laws and Information about Driving While Intoxicated and Drunk Driving Defense


E scusate se è poco. Adesso ci è più chiaro perchè in US usano ancora i vecchi sistemi che abbiamo visto nei video.
Non c'è qualche fancazzista di giornata che lo farebbe leggere a Barbareschi che sa l'inglese meglio di me (Ahahahahahah ....)?
Grazieeeeeee .....
E guarda caso, al comma 1 si menzionano le cose che dico da sempre, cioè che che queste cose dovrebbero essere a norme MIL ... e scusate se sono un cretino se insisto ...
P.S.: quando avrò riempito la nuova cartella che ho dedicato al Drager ve la passo ...
Luca Ricci
Luca Ricci
Admin

Messaggi : 607
Data d'iscrizione : 18.12.12

https://acromagna.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Etilometro, cerchiamo di saperne di più. Empty Re: Etilometro, cerchiamo di saperne di più.

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum