AutoMoto Club Romagna
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

furti o danno alle auto sulle striscie blu paga il gestore ....

Andare in basso

furti o danno alle auto sulle striscie blu paga il gestore ....  Empty furti o danno alle auto sulle striscie blu paga il gestore ....

Messaggio  Luca Ricci il Gio Gen 03, 2013 10:54 pm

Se i furti d’auto avvengono sulle strisce blu ne deve rispondere il proprietar​io o il gestore del parcheggio a pagamento”​!

Se vi rubano l’auto o la moto, oppure se trovate dei danni, dopo averle lasciate in un parcheggio a pagamento, il proprietario o il gestore del luogo di “sosta tariffata” sono obbligati a risarcirvi!

E’ l’opinione dell’avv. Eugenio Gargiulo, il quale interviene a seguito dell’ esponenziale crescita in queste ultime settimane del “fenomeno” a Foggia dei furti di auto, regolarmente in sosta a pagamento, entro le strisce blu predisposte dal Comune .

Da più parti si erano levate “voci di protesta” da parte di cittadini ed automobilisti foggiani indignati perché ,già ampiamente penalizzati dal costo dei parcheggi, ritenevano un’ ulteriore beffa dover subire il rischio del furto della propria autovettura in sosta entro le “famigerate strisce blù”.

Sul tema era stata intrapresa , perfino, una petizione popolare finalizzata alla raccolta di firme per ottenere dal Comune di Foggia l’ installazione di un sistema di videosorveglianza in quelle strade occupate dalle strisce blu, tanto per “scoraggiare” l’azione dei malintenzionati di turno.

L’ obbligo della custodia dell’autoveicolo o della moto in sosta entro le “strisce blù” è motivato dal fatto che, come per un guardaroba, il pagamento del biglietto implica la custodia del bene a carico di chi riceve il denaro.

In merito si è espressa chiaramente la stessa Suprema Corte di Cassazione- Terza Sezione Civile- la quale, con la sentenza numero 1957 del 27 gennaio 2009, ha affermato che “il contratto di parcheggio prevede sempre l’onere della custodia a carico del concessionario”.

Pertanto nessun cartello che “allerti” sulla condizione di “parcheggio non custodito” può esimere il proprietario ( Comune di Foggia?) o il gestore ( ATAF ? )dal pagare i danni alla parte lesa, cioè a colui che abbia subito il furto o il danneggiamento; nemmeno quindi l’eventuale “regolamento” del Comune che sollevi la società responsabile del parcheggio potrà essere un elemento valido per difendere chi è tenuto al risarcimento del danno.

Questo perché la limitazione della responsabilità (come l’astenersi dal risarcimento per danni o furto) di chi fornisce un servizio nei confronti di un consumatore (come lo spazio per parcheggiare), nel diritto giuridico viene definita “clausola vessatoria” e, secondo quanto prescritto dall’art. 1341 del Codice Civile, comporta l’ espressa accettazione della stessa da parte del consumatore (detto “contraente”), con una firma separata apposta su un contratto scritto , al di sotto della medesima clausola!

Ne deriva che “non è necessario l’affidamento del veicolo a una persona fisica” affinché si prefiguri automaticamente la condizione di custodia del bene.

In particolare, quando alla prestazione consistente nella fornitura del suolo dove parcheggiare reso disponibile a fronte del pagamento, si aggiungono “sistemi automatizzati di pagamento per la procedure d’ingresso e di uscita dall’ area di sosta tariffata”.

Le “strisce blù” delimitano una proprietà privata e, come noto, per quanto succede al suo interno risponde il proprietario o il gestore a cui si è trasferita temporaneamente la responsabilità per mezzo del contratto di gestione.

La sentenza numero 1957 del 27 gennaio 2009 della Suprema Corte di Cassazione ha effetto diretto, pertanto, sulle assicurazioni, che potranno rivalersi sul titolare o gestore del parcheggio per chiedere che gli sia corrisposto l’importo risarcito al proprio assicurato.
In forza della stessa sentenza è ,quindi, consentito al privato, non coperto da assicurazione per furto o danni al veicolo, di chiedere il risarcimento per danni subiti da “fatto illecito”!

Quindi se vi danneggiano o rubano l’ auto o la moto all’interno di un parcheggio a pagamento non custodito avete automaticamente diritto ad essere risarciti dal proprietario dell’area di sosta tariffata in solido con il “gestore” affidatario della stessa.
Un ottimo motivo affinchè il Comune di Foggia provveda al più presto ad adottare, così come richiesto dai cittadini foggiani – un adeguato sistema di videosorveglianza delle strade , quanto meno di quelle “invase” dalle “mal digerite” strisce blù!!!
Comunicato Avv. Eugenio Gargiulo
Luca Ricci
Luca Ricci
Admin

Messaggi : 607
Data d'iscrizione : 18.12.12

https://acromagna.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum